Clicca per avere maggiori informazioni su Dark Figures Running

Peter Hammill
Van der Graaf Generator
"Dark Figures Running Tutti i testi 1968 - 1978"

pagg. 104
con introduzione di
Peter Hammill


In questo primo libro di traduzioni in italiano dei versi di Peter Hammill,
le chiavi per raggiungere la consapevolezza di molti tesori, altrimenti nascosti, della prima era del Generatore.

Vuoi saperne di più? Clicca qui per avere maggiori informazioni
su Dark Figures Running

:: Link utili ::

VDGG (unofficial)
Peter Hammill
David Jackson
Judge Smith
Nic Potter
John Ellis

PH&VDGG Study Group
Hammillitalia mailing list
Guida italiana VDGG
Wonderous Stories

Torna all'indice dei podcast del Gruppo di Studio


:: Iscriviti al Podcast ::




Inserisci questo link
nel tuo lettore RSS per scaricare le puntate di Cronache dal faro (in formato MP3) mano a mano che saranno disponibili.

:: Scarica il lettore RSS ::


Download iTunes

Download FeedReader

Se già non ce l'hai, scarica gratuitamente
un client - lettore RSS (iTunes o FeedReader). Se già hai iTunes
clicca qui
per abbonarti subito a questo Podcast e averlo sempre aggiornato mano a mano che le nuove puntate saranno disponibili.

:: Cos'è un Podcast? ::

Se hai dei dubbi o vuoi capire come funziona
un Podcast per poterlo seguire al meglio, clicca qui per leggere tutte le spiegazioni del caso.

:: Contattaci ::

Webmaster
Cronache dal faro




Puntata 2 :: Still Life

Testo originale inglese: Peter Hammill
Traduzione in italiano: Marco Olivotto
Lettura della traduzione in italiano del testo: Massimo Onesti
Commento alla traduzione: Marco Olivotto
Sigla: House with no door (Hammill)
reinterpretata al pianoforte da Paolo Carnelli

------------

STILL LIFE - NATURA MORTA
(Peter Hammill - trad. Marco Olivotto)

La fortezza rimanda gli echi di mille voci, ormai mute:
che cosa siamo diventati? Cosa abbiamo scelto di essere?
Ora, tutta la storia è ridotta alle sillabe del nostro nome –
niente potrà mai essere lo stesso ora che gli Immortali sono tra noi.
Ad un certo punto era sembrata una via ragionevole
quella di imbrigliare tutta la forza della vita senza la minaccia della morte,
ma presto scoprimmo
che la noia e l’inerzia non sono negative,
bensì l’unica legge che conosciamo
e morte sono la Volontà e parole come “sopravvivenza”.

Giungere ad essere immuni dall’età, da ogni paura e da ogni fine...
perché continuo a fingere? La nostra essenza si misura a gocce
ed ogni sapore familiare è ormai prosciugato
ed anche se la purezza viene mantenuta ci lascia sterili,
a vivere attraverso i milioni di anni
ed una risata è simile ad una qualsiasi lacrima…
vivere, se si afferma che tutto ciò che questo implica è
respirare, mangiare, defecare, scopare, bere,
vomitare, dormire, affondare sempre più in basso
e in ultima analisi trascorrere il tempo
che non ha più alcun significato.

Rimuovi la minaccia della morte
e tutto ciò che ti rimane è un giro di finzione;
prendi un lento respiro, poi un altro
ed anche se sei definitivamente stufo dell’estasi eterna
quello rimane l’anello con il quale speri di fidanzarti
per sposare la ragazza che ti si darà per sempre –
questa è follia, e semplicemente
non è abbastanza.

Quale è il più sordo e profondo dei dolori,
tale che i miei occhi non si chiudono mai senza sentirlo presente?
Quale abietta disperazione chiede a tutto ciò
che riguarda l’infinito di finire?
Se abbiamo guadagnato, come mai ora dobbiamo pagare questo prezzo?
Cosa abbiamo svenduto, e cosa abbiamo perso?
Cosa abbiamo abbandonato, senza neppure sapere che c’era?

Quale possibilità abbiamo ora di restare aggrappati alla linea,
sfidando la morte e il tempo
quando tutto ciò che avevamo è svanito?
Tutto ciò per cui abbiamo faticato e che abbiamo supportato più
delle cose terrene rivela la vuota risonanza
della falsa speranza e della falsa salvezza.

Ma ora il talamo nuziale è pronto,
la dote è stata offerta;
le sembianze emaciate, sdentate dell’Eternità
ora mi danno il benvenuto tra le lenzuola
così che io mi possa unire al suo corpo disseccato – mia moglie.

Suo per sempre,
suo per sempre,
suo per sempre
in una natura morta.

Leggi il testo originale in inglese


:: Chi siamo? ::

Visita il sito di Massimo Onesti
Oltre ad aver preso parte negli anni ottanta e novanta a vari spettacoli teatrali, Massimo Onesti ha curato l'allestimento di performance di poesia su testi di Baudelaire, Leopardi, Rimbaud, Foscolo, Petrarca. Nel 2002 ha partecipato come voce recitante al concerto di David Jackson a Guastalla. Nel 2005 ha letto le liriche di Peter Hammill insieme all'autore al Festival Internazionale della poesia di Genova.
Giornalista, pseudo-musicologo e cinefilo, Luca Fiaccavento è uno degli autori di Dark Figures Running, primo libro di traduzioni in italiano dei testi dei VdGG. E' ossessionato dai fari, dai computer Macintosh, da Douglas Adams e dai Monty Phyton. Coltiva un inquietante sogno nel cassetto: una partita a scacchi con Hammill, con quest'ultimo nei panni del Bengt Ekerot del Settimo Sigillo...

Musicista, ingegnere sonoro e produttore artistico, Marco Olivotto è uno degli autori di Dark Figures Running, primo libro di traduzioni in italiano dei testi dei VdGG. Al giro di boa dei quarant'anni si è reso conto di essere diventato grande, ma di non essersi ancora posto seriamente il problema di cosa fare da grande - quindi, per ora, continuerà così. La speranza è che prima o poi inizi anche a pettinarsi.

Capo redattore della rivista musicale Wonderous Stories e Guida italiana all'universo VdGG, Paolo Carnelli ha raccolto nel corso degli anni centinaia di registrazioni di concerti di Hammill e del Generatore. Musicista e compositore, è laureato in Storia del Teatro con una tesi sul Bread and Puppet Theatre di Peter Schumann. Collabora con varie testate e siti musicali. Nel 2001 ha fondato la mailing list Hammillitalia.